sab
8
Nov '14

Pedaliera BOSS GT-100: Come Fare i Collegamenti ad un Amplificatore

The English version of this article is available here.

boss_gt100_001.jpg

Foto: BOSS Corporation

La pedaliera BOSS GT-100 è l’ultimissimo modello tra i loro prodotti da pavimento, una unità compatta, robusta e potente che può fornire un numero impressionante di possibilità per modellare il suono della vostra chitarra.

Questo tipo di gioielli ad alta tecnologia sono divenuti popolari tra i chitarristi, ma dovete essere consapevoli che come fate i collegamenti è cruciale per ottenere il meglio dalle loro possibilità, e la scelta corretta dipende dall’utilizzo che volete farne.

Se intendete utilizzarli per esibizioni live ci sono due filosofie: connessi ad un amplificatore o direttamente ad un impianto di amplificazione / impianto voci, possibilità trattata in questo articolo; se invece avete intenzione di utilizzarli per registrazione esistono ancora due filosofie: analogicamente attraverso i classici jack di uscita o digitalmente attraverso la porta USB.

Questo articolo tratta il collegamento della pedaliera multi effetto BOSS GT-100 ad un amplificatore, e fa riferimento all’aggiornamento del firmware di bordo Versione 2.0.

All’interno dell’articolo ci sono vari riferimenti al GT-100 Owner’s manual che può essere scaricato gratuitamente qui, sfortunatamente in lingua Inglese (fatevene una ragione, siamo nel 2014, un po’ di Inglese lo dovete imparare :) )

Una pedaliera multi effetto potente e complessa

La pedaliera BOSS GT-100 è l’attuale ammiraglia delle loro pedaliere da chitarra a pavimento.

È un dispositivo potente, a mio avviso incredibilmente potente se comparato al suo prezzo, che si basa sull’ultima tecnologa COSM (Composite Object Sound Modeling) della BOSS. Giusto per darvi un’idea, quelli che seguono sono alcuni fatti e numeri estratti dal suo Manuale Utente:

  • l’effetto Preamplificatore fornisce l’emulazione di 25 + 2 (*) modelli più uno custom personalizzabile
  • l’effetto overdrive/distorsore fornisce 21 tipi di distorsione più uno custom personalizzabile
  • le unità FX-1/FX-2 forniscono 31 + 5 (*) tipi diversi di effetti
  • l’effetto Delay fornisce 10 tipi
  • l’interfaccia EZ tone vi assiste nel creare i vostri timbri velocemente ed intuitivamente
  • la funzionalità Phrase Loop vi permette di registrare e riprodurre esecuzioni in loop
  • la funzionalità Parallel chain (Catena parallela) vi permette di creare due catene indipendenti di effetti con la piena libertà di organizzarli in qualsiasi ordine

giusto per menzionarne alcuni. Niente male, non è vero? Si, ma tutta questa potenzialità porta con se anche complessità, e nonostante la BOSS abbia fatto un lavoro eccellente nell’organizzare l’interfaccia utente, semplificandola se paragonata al precedente modello BOSS GT-10 grazie alla “interfaccia utente a due schermi“, la BOSS GT-100 non è facile da capire e gestire. Come prova di ciò, se siete intenzionati ad acquistare una pedaliera GT-100, date un’occhiata a qualche annuncio di vendita di effetti per chitarra nella vostra zona / Paese: sono abbastanza certo che troverete qualcuno che ha giocato per un po’ con una nuova BOSS GT-100, è stato scoraggiato dalla sua complessità ed adesso la sta vendendo ad un prezzo inferiore affermando che “non è per me“. :)

(*) disponibile con il firmware di bordo Ver. 2

 

Collegamento della BOSS GT-100 ad un amplificatore

Il Manuale Utente alle pagine 22 e 23 descrive tutte le connessioni possibili come mostrato nella Figura 1:

boss_gt100_004.jpg

Figura 1 – Foto: BOSS Corporation

 

Per collegare la BOSS GT-100 ad un amplificatore dovete come prima cosa prendere una decisione basilare che impatta significativamente sul set-up scegliendo tra due possibilità:

  • usarla unicamente come unità di effetti; siete interessati solamente all’utilizzo dei suoi effetti (compressore, overdrive/distorsore, chorus, delay, reverbero, ecc. ecc.), e non siete interessati ad utilizzare le sue simulazioni di preamplificatori; in altre parole utilizzerete solo una parte delle sue funzionalità;
  • usarla come simulatore di preamplificatori ed unità di effetti; siete interessati ad utilizzare le sue simulazioni di preamplificatori più ovviamente i suoi effetti da chitarra; in altre parole utilizzerete tutte le sue funzionalità;

Dovete tenere presente che le patch create per un set-up non suoneranno bene con l’altro, quindi ripeto ancora una volta che questa decisione è molto importante perchè condizionerà anche la creazione delle vostre patch che solitamente è un’attività che richiede molto tempo.

 

La BOSS GT-100 unicamente come unità di effetti

 

In questa ipotesi il set-up base potrebbe essere quello classico illustrato nella Figura 2:

boss_gt100_005.jpg

Figura 2 – Foto: BOSS Corporation

il segnale generato dalla vostra chitarra è processato dell’unità proprio come se aveste una pedaliera classica, ma con molta versatilità in più perchè all’interno di ogni singola patch potete decidere l’ordine degli effetti e la loro regolazione. In pratica, selezionando una patch è come se cambiaste completamente la pedaliera che state utilizzando !! :) Attraverso il jack AMP CTL potete anche selezionare il canale attivo del vostro amplificatore, e lo stato di questa uscita è programmabile all’interno delle patch.

Notate che con questa configurazione l’unico suono(i) caratteristico dell’amplificatore disponibile sarà quello(i) del vostro amplificatore. Se state usando un Marshall, non suonerà mai come un Fender, Vox, e vice versa.

Esistono delle possibili varianti a questo set-up. Ad esempio potete utilizzare le connessioni mostrate nella Figura 3 se volete suonare stereo utilizzando 2 amplificatori:

boss_gt100_006.jpg

Figura 3 – Foto: BOSS Corporation

O le connessioni illustrate nella Figura 4 se volete utilizzare effetti esterni addizionali:

boss_gt100_007.jpg

Figura 4 – Foto: BOSS Corporation

in questo caso notate che l’inserzione o meno degli effetti esterni nella catena(e) degli effetti della patch è programmabile all’interno della patch stessa.

 

Infine, non dimenticate che è estremamente importante che vi preoccupiate dei settaggi OUTPUT SELECT, come descritto a pagina 24 del Manuale Utente al capitolo “Specifying the Output Device (Output Select)“. È scritto che, tradotto in Italiano,  “Avrete bisogno di specificare il tipo di dispositivo (amplificatore) che è collegato ai jack di OUTPUT. La GT-100 applicherà un aggiustamento interno in modo tale che l’uscita suonerà in modo ottimale per il sistema che state usando.

Come farlo è spiegato a pagina 9 del manuale Utente, e i settaggi possibili per il set-up descritto sopra potrebbero essere:

  • JC-120
  • SMALL AMP
  • COMBO AMP
  • STACK AMP

 

La BOSS GT-100 come simulatore di preamplificatori ed unità di effetti

 

Le simulazioni di preamplificatori fornite dalla tecnologia COSM sono una delle caratteristiche più potenti della pedaliera BOSS GT-100. La grande varietà di timbri diversificati puliti, overdriven e distorti che può produrre dipendono da esse, e non potete apprezzarle con gli schemi illustrati nelle figure 2 e 3. La ragione è semplice: se utilizzate una simulazione di preamplificatore della vostra GT-100 essa modella il suono della vostra chitarra con le sue caratteristiche tonali e i suoi controlli  (guadagno, alti, medi, presenza e così via), ma il vostro amplificatore esterno farà lo stesso una seconda volta con la sua sezione preamplificatrice, e l’effetto risultante non è buono. L’ultimo preamplificatore tende a prevalere, e non udrete una differenza netta cambiando gli aspetti di base di un timbro.

Per apprezzare le simulazioni dei preamplificatori il set-up di base è quello illustrato in Figura 5:

boss_gt100_008.jpg

Figura 5 – Foto: BOSS Corporation

in questo modo collegate l’uscita della vostra GT-100 all’ingresso return del vostro amplificatore: ciò significa che inviate il suono direttamente alla sezione di amplificazione di potenza dell’amplificatore, che non cambia significativamente le caratteristiche tonali del suono, lo amplifica semplicemente così com’è. Solo la BOSS GT-100 agisce da preamplificatore, e in questo modo potete apprezzare le eccellenti simulazioni della tecnologia COSM. Fate un semplice test: attivate solo l’unità preamplificatore della vostra GT-100 e selezionate come modello il tipo “Clean TWIN“, che è una simulazione di un amplificatore Fender Twin Reverb, o il tipo “BG Lead“, che simula il suono lead di un amplificatore combo Mesa Boogie, ed ascoltate voi stessi.

Una possibile variazione di questo set-up è quella illustrata nella Figura 6:

boss_gt100_009.jpg

Figura 6 – Foto: BOSS Corporation

Essa aggiunge la possibilità di utilizzare lo stadio preamplificatore del vostro amplificatore all’interno della catena(e) di effetti della patch. L’inserzione o meno e l’eventuale selezione del canale attivo sono programmabili all’interno delle patch.

 

Infine, non dimenticate che è estremamente importante che vi preoccupiate dei settaggi OUTPUT SELECT, come descritto a pagina 24 del Manuale Utente al capitolo “Specifying the Output Device (Output Select)“. È scritto che, tradotto in Italiano,  “Avrete bisogno di specificare il tipo di dispositivo (amplificatore) che è collegato ai jack di OUTPUT. La GT-100 applicherà un aggiustamento interno in modo tale che l’uscita suonerà in modo ottimale per il sistema che state usando.

Come farlo è spiegato a pagina 9 del manuale Utente, e i settaggi possibili per il set-up descritto sopra potrebbero essere:

  • JC-120 RETURN
  • COMBO RETURN
  • STACK RETURN

 

Ci sono alcune ulteriori considerazioni sul come apprezzare pienamente le simulazioni di preamplificatori della GT-100: questo set-up non vi permette di apprezzarle completamente. La ragione risiede nel fatto che gli altoparlanti e il cabinet del vostro amplificatore che riproducono il suono hanno anch’essi una influenza sulle sue caratteristiche tonali.

Per questa ragione il modo per apprezzare pienamente le simulazioni di preamplificatori della GT-100 è di connetterla direttamente ad un impianto di amplificazione / impianto voci, monitor (cassa spia) o amplificatore da tastiera, possibilità trattata in questo articolo.

Inoltre, facciamo notare che come scritto a pagina 9 del Manuale Utente dentro il “memo” box, tradotto in Italiano,  “il parametro SP type (leggasi tipo di speaker, altoparlante) dell’unità preamplificatore della GT-100 è valido (leggasi produce un effetto) solo se il parametro Output Select è settato su LINE/PHONES“, valore utilizzato per la connessione diretta ad impianti di amplificazione / impianti voci, monitor (cassa spia) o amplificatori da tastiera. Il parametro SP ha un effetto interessante perchè vi permette di simulare le caratteristiche di altoparlanti differenti (numero di coni, il loro diametro, e così via), questo significa che con il set-up descritto sopra non avete questa possibilità disponibile.

 

Articoli correlati

Pedaliera BOSS GT-100: Come Fare i Collegamenti ad un Impianto Voci

BOSS GT-10 o BOSS GT-100? Questo è il Dilemma

 

 

Angolo degli acquisti

 

BOSS®, COSM™, Fender, Marshall e Mesa Boogie sono marchi registrati dai rispettivi proprietari.

 

Ti piace questo post? Condividilo!

1 Commento »

1 Commento » a “Pedaliera BOSS GT-100: Come Fare i Collegamenti ad un Amplificatore”

  1. guido Says:

    ciao, anche se ormai la gt 100 è “obsoleta” (si fa per dire) trovo l’articolo molto interessante..però vorrei fare ed avere una precisazione..
    ho provato il boss su un fender frontman 65r (anche queto abbastanza obsoleto sempre per dire) collegandolo nell’input, con mod uscita in line. Bene, devo dire che anche usando le simulazioni dei pre amp il risultato è estremamente notevole e non capisco perchè (io per primo) ci si sia ostinati a consigliare l’uso della gt nel return (in caso di uso delle sim dei pre)..

    del resto anche sulla training guide della boss (http://cms.rolandus.com/assets/media/pdf/gt-100_training_guide.pdf) si parla di collegamento dell’unità su un “..clean channel of a good amp, such as a Roland JC-120 or other pro quality amp…” senza che si faccia alcun cenno all’esclusione delle simulazioni dei pre

Lascia una Replica