mar
26
Mar '13

Pedale per Chitarra Lo-fi Arduino Fai da Te

pedale_lo_fi_arduino_001.jpg

Pedale per chitarra Lo-fi Arduino – Foto di: Kyle McDonald

Ciao lettore!

Sei un chitarrista? Bene! :)

Sei anche uno smanettone a cui piace farsi le cose da se? Ottimo :)

Mastichi qualcosa di Elettronica? (test: quale tra le parole “resistenza” e “flatulenza” è utilizzata in Elettronica?) Si? E vai! :)

In anni e anni di frequentazione della Scuola Pubblica hai imparato un minimo di Inglese? (test: conosci la differenza tra i verbi “look” e “fuck”?) Si? Ma bene! :)

Allora questo articolo è per te!

Questo pedale per chitarra Lo-fi Arduino è un progetto open source disponibile su Internet basato sulla piattaforma Arduino che permette di realizzare un effetto digitale personalizzabile fai da te.

Per open source si intende che tutte le informazioni tecniche del progetto (schemi elettrici, documentazione di progetto, codici sorgenti del software, ecc. ecc.) sono disponibili per chiunque ed utilizzabili e modificabili liberamente e gratuitamente da chiunque, mentre la piattaforma Arduino sulla quale è basato è una realtà nata e cresciuta con l’intento di agevolare la creazione di applicazioni elettroniche.

Cominciamo da conoscere brevemente questa piattaforma.

Cos’è Arduino?

arduino_due_001.jpg

Scheda elettronica modello Arduino Due – Foto di: il team Arduino

Per Arduino si intende un insieme di prodotti e strumenti disponibili per chiunque che permettono di sviluppare applicazioni Elettroniche a Microcontrollore.

Per quanto per le finalità di questo articolo voglia dare solo una descrizione di massima l’argomento è complesso, e quindi lo tratterò in due modi: una versione per gli “addetti ai lavori”, cioè che abbiano nozioni di Elettronica e di programmazione Software, ed una per “i non addetti ai lavori”, capibile da chiunque:

per gli addetti ai lavori: Arduino è un framework open source composto da una piattaforma hardware e da un ambiente di sviluppo firmware integrato (IDE, Integrated Development Environment).

La piattaforma hardware è basata su un circuito stampato sul quale sono montati un microcontrollore i cui pin sono connessi a dei connettori di I/O, un regolatore di tensione e quando necessario un’interfaccia USB, vedi la foto a fianco.

L’ambiente di sviluppo integrato permette di scrivere del firmware con un linguaggio semplice ed intuitivo chiamato Wiring derivato dai linguaggi di programmazione C e C++, ed è disponibile per le piattaforme Linux, Windows ed Apple Macintosh.

per i non addetti ai lavori: Arduino è un insieme di prodotti e strumenti open source  composto da vari modelli di schede elettroniche e da un ambiente, cioè dei programmi dedicati, per la scrittura del software.

I vari modelli di schede elettroniche, dei quali potete vederne uno nella foto sopra, sono basati su un circuito stampato sul quale è montato un microcontrollore, cioè un componente elettronico programmabile che in base al software che gli viene installato può svolgere le funzioni più disparate, dall’effetto per chitarra come nel caso di questo articolo alla centralina per sistemi di irrigazione, dal controllo di processi industriali alla centralina antifurto, ecc. ecc.  Questo microcontrollore dialoga con il mondo esterno con dei segnali di Input (ingresso) e di Output (uscita), e tali segnali sono connessi a dei connettori in modo da affacciarli all’esterno. Inoltre quando necessario è presente anche una porta USB per comunicare con altri computer.

L’ambiente per la scrittura del software permette di scrivere il firmware, cioè in gergo il programma da installare dentro il microcontrollore che lo istruisce su come comportarsi, con un linguaggio semplice ed intuitivo chiamato Wiring derivato dai linguaggi di programmazione C e C++, ed è disponibile per i sistemi operativi Linux, Windows ed Apple Macintosh, e quindi può essere utilizzato sia sui Personal Computer che sui Macintosh.

Per chi volesse saperne di più su Arduino, che per inciso è una realtà Italiana nata e sviluppata in ambienti Universitari ad Ivrea:

Sono stati creati nel tempo vari modelli di schede elettroniche Arduino identificati da nomi come Arduino Mini, Arduino Nano, Arduino Diecimila, Arduino Due, ed altri ancora. Tali schede sono acquistabili in Internet o in negozi specializzati, ma potete anche costruirvele da voi se credete scaricando gratuitamente e legalmente lo schema elettrico e tutta la documentazione di progetto da Internet.

L’essere un progetto open source ha stimolato lo sviluppo di prodotti Arduino compatibili da parte di aziende in tutto il mondo, ed oggi è possibile scegliere tra un’enorme quantità di schede. Lo stesso dicasi per l’ambiente di sviluppo software, per il quale è possibile usufruire di un database di codice e di librerie vastissimo.

Il progetto del pedale per chitarra Lo-fi Arduino

Per quanto questo articolo possa essere letto anche per pura curiosità, nel caso vi vogliate cimentare nella realizzazione di questo dispositivo o di un suo derivato dovrete tenere presente che sono necessarie le seguenti nozioni di base:

  • conoscenza di base della lingua Inglese, perchè il progetto nativo e le varianti che ne sono scaturite su Internet sono descritte in tale lingua
  • conoscenza di base dell’Elettronica hardware e software

Il progetto nativo è un’idea di Kyle McDonald che potete trovare qui sul sito Instructables, e questo è un suo demo video:

questi sono gli effetti che può generare il progetto originale, che però può essere modificato a piacimento.

Ad esempio ne è nata una variante messa a punto da Martin Nawrath che esegue un realtime audio processing più sofisticato che permette di generare effetti quali Reverbero, Phaser, Flanger e Ring Modulator o forme d’onda computerizzate per ottenere suoni come l’onda sinusoidale, la campana o lo xilofono.

Un’altra variante la potete trovare descritta tra i commenti del progetto, e si tratta di un chorus scritto da Nexekho che riporta anche vari links al codice e a delle demo audio su soundcloud.com.

Infine, questo è un video su YouTube sull’utilizzo di questo progetto:

 

Buon divertimento! :)

 

Ti piace questo post? Condividilo!

Inizia la discussione »

Lascia una Replica